Lehrpersonen

Franceschi Mauro

E' interprete e compositore.

Mauro Franceschi - foto di Manuela Tessaro
Mauro Franceschi - foto di Manuela Tessaro

Mauro Franceschi è nato a Bolzano, nel 1960.

Si è laureato con lode al D.A.M.S. con Franco Donatoni quale relatore della tesi “Trascrizione e trasformazione: dal Concerto in la minore per 4 violini, archi e continuo di Antonio Vivaldi al Concerto in si minore per 4 cembali , archi e continuo di Johann Sebastian Bach”. Ha studiato chitarra jazz con Rainer Weber alla Jazzschule Zürich. Ha svolto stages di interpretazione del repertorio contemporaneo per chitarra elettrica e di composizione con Tim Brady e Scott Johnson.

Ha composto per varie formazioni strumentali e vocali, anche per film, documentari, per il teatro, per video fotografici e sigle radiofoniche. Per “ARX Collana” ha inciso i suoi primi lavori nei CD “Mauro Franceschi Band” e “Quinte- musiche di scena”. Ha collaborato con il biologo Michele Menegon per la realizzazione del video fotografico “UR – La poesia invincibile”, con lo scrittore Sandro Ottoni per le pièce teatrali “Bosnia vent’anni dopo” e “Psicomacchine 2055”, con il registra Lorenzo Paccagnella per il documentario “La Val de Morins”, con il regista Rudi Ladurner per “Ich Faust”. Per INPUT Jack Orchestra ha composte le musiche per accompagnare la lettura del testo “La bellezza che ci salverà” di Agnes Heller. Il brano per coro femminile “Sul Tagliere” è stato pubblicato dalle edizioni Pro Organo (LH). Alcuni suoi lavori sono stati trasmessi anche da RAIRadio3, RAI3TV, e Radio Rai International.

Con il progetto “Electric Guitar Solo” ha suonato in Festival internazionali in Italia e all’estero opere di Eckart Beinke, Tim Brady, Steve Mackey, Atle Pakusch Gundersen, Mark Howell, Tom Johnson e Loren Mazzacane Connors. Ha inciso questo repertorio nell’omonimo CD edito da “ARX Collana”, recensito anche da “Il giornale della musica”, “Rumore”, “Chitarre” e “Rockerilla”. Nel 2002 la Commissione Ministero per i Beni e le Attività culturali ha considerato “Electric Guitar Solo” un “progetto artistico idoneo a rendere qualificata la presenza dello spettacolo italiano all’estero”.

Ha pubblicato “A-Jazz / Interpretare le sigle degli standard classici sulla chitarra”, edito da “Workin’ Label”, e “Saggio senza opere, nuvole senza pioggia / Metodo per chitarra a plettro” per i “Quaderni” dell’Istituto Vivaldi di Bolzano.
E’ ideatore e curatore di “MOMUS - il caffè della critica”, spazio dedicato alla critica musicale ospitato dal sito delle Scuole di Musica della Provincia autonoma di Bolzano, in quella di lingua italiana è docente di chitarra elettrica.

Mauro.Franceschi@provincia.bz.it