Lehrpersonen

Bizzo Sabrina

Diplomata in canto lirico presso il Conservatorio "Santa Cecilia" di Roma. Insegna canto lirico.

Sabrina Bizzo
Sabrina Bizzo

Nata a Bolzano, ha concluso gli studi di Canto lirico presso il Conservatorio santa Cecilia di Roma conseguendo il massimo titolo accademico acquisibile e distintasi tra gli studenti viene chiamata a partecipare a manifestazioni importanti come il Festival della Valle d’Itria e più volte all’Accademia Santa Cecilia di Roma.

Vincitrice del concorso nazionale dei neodiplomati dei conservatori italiani procede rapidamente nella carriera solistica tra vittorie di Concorsi internazionali, concerti e opere in Italia e all’estero, a venticinque anni è al Teatro alla Scala di Milano nello Stabat Mater di Pergolesi e l’anno successivo vi ritorna ne La pietra del paragone di Rossini. Così continua gli studi del repertorio con maestri prestigiosi come F. Siciliani, L. Magera, G. Ruisi, P. Bellugi, R. Abbado; e frequenta accademie come quella di Siena (G. Favaretto), a Milano (P. Munteanu), per specializzarsi nella tecnica vocale e il repertorio del primo Ottocento. (A Pamparato frequenta i corsi di prassi barocca di Emilia Fadini). Dal 2014 assiste ai lavori e alle lezioni del M° Alberto Zedda negli ultimi tre anni in cui ha impartito personalmente la formazione dei cantanti dell’ Accademia rossiniana di Pesaro.
Ancora giovanissima  inizia a ricevere incarichi di docenza di Canto lirico presso i Conservatori italiani.

Trasferitasi in seguito a Bolzano e unisce al ruolo di madre di tre figlie, la sua attività di concertista e di insegnante vincendo l’incarico presso la attuale Scuola di musica Vivaldi e continuando il suo aggiornamento e la sua ricerca sia di musicista che di didattica. In trent’anni di insegnamento la sua classe ha al suo attivo, oltre che diversi studenti laureatisi in canto Lirico presso i Conservatori italiani col vecchio o nuovo Ordinamento, una intensa attività di promozione con spettacoli e concerti espletata dai suoi allievi su tutto il territorio provinciale con quasi duecento spettacoli ( tra cui le ‘selezioni’  di 30 Opere diverse) invitati ad animare col Canto  manifestazioni culturali organizzate per  pubblico e occasioni diversificate.